Turboden punta su Turchia e Bosnia

Turboden e Sace, società assicurativo-finanziaria del gruppo Cassa Depositi e Prestiti, hanno allo studio due operazioni per garantire le esportazioni dell'azienda bresciana, attiva nella produzione di energia elettrica, verso la Turchia e la Bosnia, per un impegno complessivo da parte di Sace di oltre 5 milioni di euro. Turboden inoltre dialoga con Sace per ricevere supporto sul mercato iraniano. "Dall'Iran stanno arrivando molte richieste e il supporto di Sace per poter operare è fondamentale perché senza quello non ci si siede neanche al tavolo", spiega il Ceo del gruppo, Paolo Bertuzzi, e "anche la Corea sta diventando importante". Turboden, leader nella realizzazione di turbogeneratori basati sul Ciclo Rankine Organico (ORC) per la generazione di energia elettrica da rinnovabili e da calore di scarto, ha clienti sia industriali che developer nell'energia rinnovabile e realizza 25-30 impianti l'anno. L'export è circa l'85% del fatturato. L'azienda, dal 2013 fa parte di Mitsubishi Heavy Industries

ANSA

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Il futuro scalo merci, nel vertice spunta l'ipotesi Terno d'Isola
  2. Merate, cinque ambrogini d'oro e due encomi: ecco i premiati
    Il Giorno.it
  3. Pirellone, spunta un "no" luminoso E scoppia la polemica in Regione
    EcodiBergamo
  4. Sofia Goggia non si ferma più Seconda nella discesa in Canada
    EcodiBergamo
  5. Salvini a Bergamo per il No al referendum: 'Temo irregolarità di Renzi' video
    BergamoNews

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Sotto il Monte Giovanni Xxiii

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...